Impugnazione della delibera di nomina dell'amministratore e rappresentanza della società

E' necessario un curatore speciale ex art. 78, comma 2, c.p.c. per la rappresentanza della società nel giudizio di impugnazione della delibera di nomina dell'amministratore?

Responsabilità per danno da prodotti difettosi: natura e onere della prova  

L’art. 114, D.Lgs. n.206/2005 (c.d. Codice del Consumo), disciplina la responsabilità del produttore per i danni cagionati da difetti del suo prodotto.

Consenso informato: per la Cassazione la forma orale non basta

Oltre ad escludere la validità del consenso nel caso in cui il sanitario ometta del tutto qualsiasi informazione circa natura, rischi e possibilità di successo dell’intervento, la Suprema Corte, con la decisone in esame, ha ribadito la necessità che l’informazione al paziente sia specifica ed effettiva, negando sostanzialmente la possibilità di un consenso tacito o presunto.

Tribunale di Novara – Ufficio Tutele – Decreto del Giudice Tutelare del 4/8/2016 - Circa i rapporti tra procura generale e successiva istituzione di amministrazione di sostegno

Con la decisione in commento il Giudice Tutelare del Tribunale di Novara affronta e risolve le seguenti delicate questioni giuridiche: a) possibile compatibilità tra provvedimento di nomina di un amministratore di sostegno e preesistente procura generale; b) sorti della procura generale a seguito di eventuale nomina dell’a.d.s.; c) criteri necessari per l’individuazione dell’a.d.s..

Illegittima l’iscrizione nel Registro delle Imprese della delibera approvata con violazione delle regole relative al procedimento di convocazione dell'assemblea

Trattasi di interessante pronuncia, ottenuta dal nostro studio, nell’ambito di un procedimento promosso innanzi al Tribunale di Massa, nella sua funzione di Giudice del Registro delle Imprese, che ha provveduto con il Decreto di accoglimento n. 4186/2017 del 21 dicembre 2017.

Danno biologico e danno morale all’interno del cd. danno da morte imminente: presupposti e liquidazione

I cd. “danni terminali”, di fonte giurisprudenziale, rappresentano le sole poste di danno liquidabili iure proprio alla vittima di lesioni mortali, a condizione che il decesso non sia immediato ma avvenga dopo un apprezzabile lasso di tempo dalle lesioni (cfr. Cass. Sezioni Unite n. 15350/2015).

Danni Punitivi (cd. Punitive Damages) ammissibili nell’ordinamento italiano. Cassazione civile, Sezioni Unite, n. 16601 del 05/07/2017

Con la sentenza in commento, i Giudici delle Sezioni Unite, sancendo la natura polifunzionale della responsabilità civile, hanno affermato il seguente principio di diritto: “nel vigente ordinamento, alla responsabilità civile...

Sezioni Unite: Sull'impugnabilità del provvedimento di rigetto dell'istanza di sospensione con messa alla prova

Le Sezioni Unite escludono l'autonoma impugnabilità del provvedimento di rigetto dell"istanza di sospensione con messa alla prova. Nota a Cass. Pen. , Sez. Unite, dep. 29 luglio 2016, n.

Sulla revocabilità degli effetti risolutivi della diffida ad adempiere

Gli effetti risolutivi conseguenti alla diffida ad adempiere sono rinunciabili?

Danni da dispositivi medici difettosi

Il caso del paziente danneggiato da un dispositivo medico difettoso, ferma l’eventuale concorrente responsabilità della struttura sanitaria ove il dispositivo è stato applicato, rientra nell’ambito della responsabilità del produttore per...

1 2 3 4 5 6